Nuova variante Covid-19 omicron: cosa sappiamo?

Nueva variante de Covid B.1.1.529 más preocupante Variante de Covid-19 recientemente identificada en el sur de África

Nuova variante Covid-19 omicron: cosa sappiamo?

La nuova variante di Covid-19, denominata Omicron variant, è stata scoperta per la prima volta l’11 novembre del 2021 in Botswana, in Sud Africa.

Gli scienziati stimano che circa il 90% dei nuovi contagi di coronavirus avuti in Sud Africa sono basati su questa nuova variante che potrebbe essersi diffusa anche in altre 8 province.

Quando i viaggiatori internazionali hanno iniziato a risultare positivi per la nuova variante, i paesi hanno iniziato a chiudere i confini su determinate rotte o ad adottare altre misure per limitare i viaggi.

Venerdì (26.11.2021), il Belgio ha registrato il primo caso confermato della variante dell’omicron in Europa.

A partire dal 29 novembre, invece, ci sono stati 13 casi confermati di omicron nei Paesi Bassi e sono stati registrati altri contagi di questa variante in altri paesi come Germania, Hong Kong, Israele, Italia, Francia, Canada e Australia. Alla fine della settimana, ci sono stati centinaia di tamponi covid effettuati all’aeroporto di Amsterdam da passeggeri di due voli provenienti dal Sud Africa.

Quanto è pericolosa la nuova variante?

Alcuni ricercatori si ritengono preoccupati dalla nuova variante perché mostra un numero significativo di mutazioni di coronavirus. Infatti, sono state trovate circa 32 mutazioni della proteina spike mentre la variante delta, reputata molto infettiva, ne prevede solo 8.

Sebbene il numero di mutazioni nella proteina spike non sia un’indicazione esatta di quanto sia pericolosa una nuova variante, suggerisce che il sistema immunitario umano potrebbe trovare più difficile combattere la nuova variante. Ci sono indicazioni che l’omicron possa sfuggire a una risposta immunitaria, esponendo le persone a un rischio maggiore.

Secondo quanto riferito dal dottor Ulrich Elling, in seguito a degli studi effettuati nel laboratorio di Vienna, la nuova variante potrebbe essere più infettiva della delta del 500%.

Tuttavia, non è detto che la nuova variante non sia necessariamente più grave rispetto alle infezioni precedenti. Tuttavia, potrebbe diffondersi in maniera più veloce mettendo sotto pressione i sistemi sanitari dei paesi di tutto il mondo.

covid-omicron

Cosa ne pensa l’OMS?

Attualmente, i dati a disposizione della comunità scientifica non sono sufficienti per capire quanto effettivamente sia contagiosa la nuova variante. Il Sud Africa ha deciso di convocare una riunione con l’OMS per discutere delle conseguenze della nuova variante.

Dopo l’incontro, l’OMS ha classificato B.1.1.529 come “variante preoccupante”. Gli ha dato il nome omicron, basato sull’alfabeto greco, come è stato fatto con altre varianti.

Come si è sviluppata la nuova variante?

Una teoria è che la nuova variante sia emersa con tutte le sue mutazioni in una grande esplosione. Sembrerebbe che la nuova variante si sia ottenuta in seguito ad un’infezione cronica di una persona il cui sistema immunitario era già debole per la presenza di HIV/AIDS non curata.

C’è qualche connessione con la variante beta?

In tutto il continente, il Sudafrica è stato il più colpito dal coronavirus. Il paese ha avuto 3 milioni di casi COVID e circa 90.000 persone sono morte con o a causa del virus.

Il numero di decessi elevati che è avvenuto in Sud Africa, è stato attribuito alla nuova variante. Ma nel corso del tempo, la variante delta, che è ancora più aggressiva della variante beta, ha ampiamente superato la beta in Sud Africa, come in altre parti del mondo.

covid omicron

Possiamo fermare la nuova variante?

E’ difficile capire come fermare la nuova variante. In un mondo globalizzato come il nostro, il virus e le varianti non si fermano ai confini nazionali. Tuttavia, è sicuramente possibile rallentare la diffusione di questa nuova variante.

I casi che si sono ottenuti ad Hong Kong e in Israele sono stati fatti risalire a ciò che è avvenuto in Africa meridionale. Molti paesi hanno interrotto i voli da e per quella parte del continente. Anche l’Italia ha adottato queste misure per tamponare temporaneamente la situazione.

Tutti i 27 Stati membri dell’Unione Europea hanno deciso di sospendere temporaneamente i viaggi da sette nazioni dell’Africa meridionale venerdì. Gli Stati Uniti si sono anche mossi per limitare i viaggi per i cittadini non statunitensi dal Sudafrica e da altri sette paesi da lunedì in poi.

Sebbene le restrizioni sui viaggi possano essere degli strumenti atti a rallentare la diffusione della variante, i primi casi di omicron sono stati rilevati da metà novembre e solo adesso vengono adottate queste misure. Probabilmente, la variante omicron è già presente in tutto il mondo.

Prodotti correlati

  • Panbio™ COVID-19 Ag Rapid Test Device

    Panbio™ COVID-19 Ag Rapid Test Device

    Panbio™ COVID-19 Ag Rapid Test Device - NASOPHARYNGEAL
    Panbio™ COVID-19 Ag Rapid Test Device (Nasopharyngeal)
    Identificare i pazienti COVID-19 in 15 minuti!
    PER LE PERSONE ESPOSTE A COVID-19
    Prestazioni elevate rispetto alla PCR nasale.
    Identificazione rapida degli individui contagiosi.
    Test accessibili e su larga scala.
    Considera ora
    Scheda di sicurezza (SDS)
    Istruzioni per il test
    PER LE PERSONE ESPOSTE AL COVID-19
    Per i pazienti con sospetta infezione da COVID-19 o elevata esposizione a COVID-19, Panbio COVID-19 Ag Rapid Test Device. Non richiedendo alcuna strumentazione e fornendo risultati in 15 minuti, è uno strumento incredibile per i test di massa. Opzione efficiente, portatile e scalabile per il test del coronavirus COVID-19. Può anche essere utile per sostenere strategie di salute pubblica come la ricerca di contatti e i test su larga scala di individui sospettati di avere un virus attivo. infezione.
    Per saperne di più
    Risultati del test in 15 minutiIdentificazione rapida delle persone potenzialmente infettiveNo special/additional instruments requiredIt can be used in a wide variety of non-laboratory environments.
    Test con approvazione e raccomandazione dell'OMS. Il Panbio ™ COVID-19 COVID-19 Ag Nasopharyngeal Rapid Test Device di Abbott è un test diagnostico rapido in vitro per la rilevazione qualitativa dell'antigene (Ag) della SARS-CoV-2 nei tamponi nasali umani di individui che soddisfano i criteri clinici e/o epidemiologici. Il dispositivo Panbio ™ COVID-19 Ag Nasopharyngeal Rapid Test è solo per uso professionale ed è destinato all'uso come ausilio nella diagnosi dell'infezione da SARS-CoV-2.
    Il prodotto può essere utilizzato in qualsiasi ambiente di laboratorio o non di laboratorio che soddisfi i requisiti specificati nelle Istruzioni per l'uso e nelle normative locali. Il test fornisce risultati preliminari.
    I risultati negativi non escludono l'infezione da SARS-CoV-2 e non possono essere utilizzati come unica base per il trattamento o altre decisioni di gestione. I risultati negativi devono essere combinati con le osservazioni cliniche con le osservazioni cliniche, la storia del paziente e le informazioni epidemiologiche.
    Come usare Panbio COVID-19 Ag Rapid Test Device? (Nasopharyngeal)
    Domande frequentiBenefitsPerché scegliere Panbio COVID-19 Ag Rapid Test Device?Cos'è un test rapido dell'antigene?SpecificationsDifferenze tra test rapidi Covid e PCRBenefits
    Elevata importanza nella conferma della presenza dell'infezione.
    Rapida espansione del numero di test sui coronavirus (COVID-19).
    Estensione dell'accesso ai test.
    Ridurre il sovraffollamento degli ospedali attraverso l'accesso ai test decentralizzati.
    Tempo per ottenere risultati: 10 - 20 minuti.
    Facile da usare: un semplice campione di sangue da una puntura del dito.
    Perché scegliere Panbio COVID-19 Ag Rapid Test Device?
    Panbio COVID-19 Ag Rapid test sono considerati più accurati in un paziente che ha sintomi di COVID-19, ha un alto rendimento rispetto alle PCR o test rapidi di altre marche.
    Cos'è un test rapido dell'antigene?
    Il test rapido dell'antigene appositivo rileva la presenza di un antigene (Ag) contro COVID-19 e il campione è lo stesso del test nasofaringeo o PCR,
    La cosa migliore è che il risultato si ottiene in 15 minuti, è un test con una sensibilità del 100% dell'infezione nei primi 3 giorni e del 90% nei 4-7 giorni.
    Specifications
    Tempo di prova: 15 minuti
    Tampone nasale contro PCR nasale: sensibilità 98,1 % (99,0 % per i campioni con valori Ct ≤ 33)/specificità 99,8%.
    Tampone nasale contro PCR nasofaringea: sensibilità 91,1 % / specificità 99,7%.
    Tampone nasofaringeo contro PCR nasofaringea: sensibilità 91,4 % (94,1 % per i campioni con valori Ct ≤ 33)/specificità 99,8%.
    Conservazione: 2 °C - 30 °C
    MARCHIO Abbot
    Tipo di campione: tampone nasale o nasofaringeo
    Quantità: 25 test/kit
    Differenze tra test rapidi Covid e PCR
    Il test rapido covid-19 di Panbio è di grande valore nel tentativo di contenere la diffusione del virus COVID.
    QUALI TIPI DI TEST SONO DISPONIBILI?
    Ci sono essenzialmente due grandi categorie di test:
    Test dell'antigene (spesso indicato come il test rapido).
    Questo test rileva i frammenti proteici specifici del Coronavirus. Può essere eseguito in una clinica, in uno studio medico o in un ospedale. Il tempo di consegna dei risultati è solitamente molto veloce e, in alcuni casi, i risultati possono essere riportati entro 15 minuti.
    Test PCR.
    Il test PCR è considerato il "gold standard" nella rilevazione della SARS-CoV-2. Questo test rileva effettivamente l'RNA (o materiale genetico) specifico del virus e può individuare il virus entro pochi giorni dall'infezione, anche in persone asintomatiche. Il test può essere eseguito in una clinica, in un ospedale o anche in macchina. Il tempo di risposta è più lungo, di solito 2-3 giorni, ma i risultati possono essere disponibili in appena 24 ore. Quando la domanda è alta, i risultati possono richiedere una settimana o più.
    41FK10 138.00 EUR

 

Fonti:

  1. COVID: What we know about the omicron variant
  2. Covid live news: UK battles new virus variant as Omicron is detected around the world – as it happened